Ottimismo ed il bicchiere mezzo pieno.

Il bicchiere, come lo vedi ? Mezzo pieno o mezzo vuoto ?

Nel trailer immaginiamo la vita come un viaggio in treno…
un viaggio molto particolare, perché apriamo gli occhi già a bordo e non sappiamo quale sarà la stazione di arrivo.

Un viaggio speciale, perché è il nostro viaggio,
a ogni fermata c’è chi viene e chi va,
qualche d’uno sale e qualche d’un altro scende,
oggi, in una stazione…. cosi per caso
sale nella carrozza dove siete anche voi il podcast di Psicologia Positiva.

Cosa sono ottimismo e pessimismo ?

Il quesito del del “bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto”  ha un errore di fondo.
Categorizza la persona… ottimista o pessimista e quando si appartiene ad una certa categoria è sempre difficile cambiare
Si rischia di cadere nell’errore di pensare 
a due categorie con confini stabili,
da una parte gli ottimisti e dall’altra i pessimisti, 

Da una parte ci sono quelli che… non ci posso fare niente io il bicchiere lo vedo cosi,

e nel loro essere pessimisti 

  • si crogiolano nel vittimismo mascherato da realismo
  • si lasciano coccolare dalle sfortune e dai mali propri e degli altri
  • cercano sempre l’evidenza di ciò che…. nel mondo non funziona.

e dall’altra uguale…. gli ottimisti, 
quelli del… anche se non va bene io lo faccio andare bene. 

Quelli che

  • “io vedo sempre il lato bello delle cose” 
  • il mondo a me piace vederlo colorato, magari con lo sfondo floreale.

oltre a non essere cosi netta la separazione, 

nel corso della vita di ciascuno di noi ci sono momenti nei quali ci sentiamo 

su di morale,
fiduciosi, 
ottimisti 

I falsi miti dell’ OTTIMISMO.

il primo – pessimisti ed ottimisti si nasce…


è un falso mito perchè l’ottimismo si apprende cosi come il pessimismo.
Le persone imparano attraverso l’apprendimento sociale. 
Emuliamo i comportamenti che osserviamo nel nostro ambiente. 
Questo potrebbe essere poco rilevante per le persone con delle identità sviluppate,  ma le persone che non hanno un carattere forte, o ben formato, come i bambini,  sono altamente impressionabili per l’apprendimento sociale.
E’ normale che i bambini copino gli atteggiamenti e i comportamenti dei loro genitori.
Se sei un genitore, un insegnante, un educatore il tuo essere influenzerà chi ti sta attorno.

il secondo mito – l’ottimista crede nelle favole…

l’ottimista non è colui che pensa:
“qualsiasi cosa succeda sarà un successo.”

l’ottimista è quella persona sicura che andrà sempre tutto bene, in ogni caso. E’ un falso mito perchè:

Immaginate un chirurgo che entra in sala operatoria senza essere nelle condizioni ottimali per lavorare, pensando che comunque andrà tutto bene… lui non è un ottimista è irresponsabile.

Se l’addetto alla sicurezza di un impianto industriale, non segue scrupolosamente tutti i protocolli previsti perchè è sempre andato tutto bene, non andrà male proprio oggi… non è ottimista è incosciente.

Pensate ad una persona che ha bevuto eccessivamente e si mette comunque alla guida, sicura e convinta che… andrà tutto bene,
non è un ottimista è un deficiente.

il terzo mito – Agli ottimisti la vita sorride

Non è cosi….
A tutti, in questo viaggio che chiamiamo vita, 
capitano eventi piacevoli ed eventi spiacevoli. 
Tutti abbiamo delle battute d’arresto, delle difficoltà dei fallimenti 
e dei momenti di ripresa, dei successi delle soddisfazioni.

cosa significa essere ottimisti ed essere pessimisti ?

Lo stile esplicativo è ciò che differenzia ottimisti da pessimisti

Martin Seligman

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *